Evangelici delle A.D.I. cioè Assemblee di Dio in Italia Chiesa Cristiana Evangelica A.D.I.
Via Giusti n.53 - Nichelino (Torino)

(Ente Morale di Culto D.P.R. 05/12/1959 n.1349 - Legge 22 Novembre 1988 n.517)
Cristiani Evangelici delle Assemblee di Dio in Italia  

Missione Cristiana Evangelica A.D.I. MONCALIERI

 
Evangelici - Brevi Riflessioni Bibliche Evangeliche - Messaggi evangelici per la tua anima!
Per ogni informazione, dubbi e curiosità sugli EVANGELICI scrivi al nostro indirizzo di Posta Elettronica
Ascolta Radio Evangelo - La Radio degli EVANGELICI delle A.D.I.';
Segui gli EVANGELICI anche attraverso la TV - Ecco i nostri programmi ed orari TELEVISIVI
Evangelici: Prendi l'importante decisione di leggere quotidianamente la Bibbia
Evangelici di NICHELINO che danno risposte Bibliche alle Domande Frequenti dei visitatori
Settore Editoriale: Risveglio Pentecostale e Cristiani Oggi - Organi d'informazione degli EVANGELICI delle A.D.I.
La Bacheca dei programmi EVANGELICI estivi del Centro Comunitario Evangelico Val D'Ulivi appartenenete alle Assemblee di Dio in Italia
Area Riservata agli EVANGELICI di Nichelino

| Chi Siamo | Dove Siamo | Cenni Storici | Attività | Testimonianze |

Evangelici A.D.I. di Nichelino - TorinoEvangelici A.D.I. di Nichelino - Torino

"EFFICACIA DELLA FEDE"
(Rif. Prima Epistola di Pietro Cap.1 versi 3 a 9)

Il nascere di nuovo o rinascita spirituale, è l’atto attraverso il quale Dio ci introduce nella Sua famiglia. Le parole dell’Apostolo, qui nel nostro testo, offrono gioia e speranza nei momenti di sconforto. Egli esorta a basare la propria sicurezza su ciò che Dio ha fatto per noi in Cristo Gesù, il quale ci ha chiamati ad una speranza viva. Speranza, che non è solo in vista del futuro, infatti, la vita eterna comincia nel momento in cui crediamo in Gesù ed entriamo a far parte della famiglia di Dio. Questo fatto ci dà speranza e ci permette di avere pienamente fiducia in Dio. Abbiamo ricordato che Dio desidera avere figli vittoriosi, forti e pronti sempre a combattere il buon combattimento della fede, ma per riuscire in questa sfera, occorre muoversi secondo alcuni principi di fede che Gesù ci ha insegnato e ci ha lasciato per iscritto nella Parola di Dio. Considereremo alcuni di questi principi:

1). Individuare il giusto fondamento. Una volta entrati nella famiglia di Dio, diventiamo Suoi eredi, (Galati 4:4-7) Non è grazie alle nostre forze che possiamo ottenere l’eredità della salvezza, ma è per la potenza di Dio, (Giovanni 10:28,29) Se dipendesse da noi, la nostra fede si fonderebbe sulla nostra capacità di non peccare o di vivere una vita spirituale. Ma la nostra fede, invece, si fonda in Dio, il Quale ci protegge e ci preserva con la Sua potenza. La fede nel Signore è la migliore base per costruire la vera vita spirituale. Pietro, paragona la fede all’oro e dice che è più preziosa. Quando l’oro viene sciolto dal fuoco, le impurità galleggiano in superficie e possono essere tolte. Paragonare la fede all’oro, il più prezioso e durevole dei metalli, ha certamente una maggiore incisività che paragonarla al ferro, che invece arrugginisce. La fede dunque dura più del più durevole metallo. Ogni cristiano deve accettare le prove come parte del processo di affinamento interiore che brucia via le impurità, e ci prepara ad incontrare Cristo. Le difficoltà ci insegnano la pazienza, (Romani 5:3,4); (Giacomo 1:2,3) e ci aiutano a crescere e diventare come Dio vuole.

2). Dissipare i dubbi ed incertezze. Un altro principio biblico, è credere nella veridicità della Parola di Dio. La vera fede nel Signore ci porta a credere in ciò che Egli dice, anziché mettere in dubbio la Sua Parola. Se qualcuno ha dei dubbi a riguardo della Parola, vuol dire che non è ancora nato di nuovo, perché chi è nato dallo Spirito crede che la Parola di Dio è verità. Uomini e donne rigenerati hanno gustato la dolce e deliziosa Parola di vita. Chi crede in Gesù, automaticamente crede che la Sua Parola dice il vero. Dobbiamo essere amanti di questa meravigliosa Parola, Essa deve abitare in noi, (Colossesi 3:16). Il dubbio è una caratteristica del nemico. Il suo scopo è farci dubitare dell’opera di Dio in noi. Tommaso si lasciò contagiare. I due discepoli sulla via di Emmaus, furono investiti dal dubbio e dall’incertezza. Noi sappiamo che la Parola non torna a vuoto. Dio dice: IO non ti lascerò e non ti abbandonerò. Il dubbio non si addice ai discepoli del Signore Gesù Cristo. Non avere dubbi sul tuo perdono, perché c’è potenza nel sangue di Gesù. Non essere dubbioso riguardo la tua salvezza, perché chiunque invoca il nome del Signore viene salvato. Non permettere al diavolo di soffocare la vita spirituale che c’è in te, attraverso dubbi ed incertezze. Ricordiamo e riportiamo alla nostra mente che il nostro Redentore vive. Io so in chi ho creduto. Abbiamo creduto nell’Unico Vero Dio che è fedele e non rinnega se stesso. Aziona la fede in Dio, stai fermo in essa e il nemico fuggirà da te. Combattiamolo e sconfiggiamolo con l’arma della fede.

3). Credere nell’affidabilità della Scrittura. La fede nel Signore ci porta ad agire secondo la Sua Parola, anziché agire nella disubbidienza. Dobbiamo muoverci in conformità ad Essa. Occorre basare la propria vita sulla benedetta Parola. Non dobbiamo agire secondo il nostro discernimento o il punto di vista, ma in coerenza al Sacro Libro. Essa è più preziosa dell’oro, (Salmo 119:11,24,72) La Scrittura è il metro di misura per il nostro dire ed il nostro fare. Ancora oggi Cristo conferma la Sua Parola, con segni e miracoli, (Marco 16:20) Non facciamo della nostra pratica una dottrina, ma pratichiamo la sana dottrina di Cristo. Non dobbiamo essere soltanto uditori, bensì facitori di Essa. Core, ri ribellò, agli ordini stabiliti da Dio e pagò con la vita. Saul, volle attuare la sua veduta, e scadde dalla grazia di Dio. Eli e i Suoi figli, si schierarono dalla parte dell’errore e non dalla verità, e fallirono nel loro ministerio. Anania e Saffira, sottovalutarono la potenza di Dio, e caddero morti all’istante. La chiesa di Pergamo, fu elogiata per la fede, ma fu ripresa per delle eresie, (Apocalisse 2:13-16) Agendo secondo il nostro criterio o estraneo al pensiero biblico, andremo sicuramente fuori strada, devieremo e vivremo in modo ribelle e disubbidiente al cospetto santo del Signore. Chi non si attiene alla Parola scritta, vive nella deformazione mentale, (1° Timoteo 6:3-5) La Parola non è solo il cibo spirituale, ma Essa è anche la medicina adatta per guarire sia il corpo che l’anima, perchè salva la vita, (1° Timoteo 4:16) Timoteo doveva perseverare nelle cose che Paolo aveva riferito, e avrebbe salvato se stesso e avrebbe ricevuto i suoi insegnamenti. Sempre attraverso questa Parola, ancora oggi, la gente viene guarita, salvata, (Salmo 107:20) Il Centurione chiese soltanto una parola, (Matteo 8:8.)

Conclusione: Gesù non vuole che diveniamo vittime, ma vincenti, Egli non desidera vederci maltrattati dal nemico, ma trionfanti. Teniamo sempre presente che le nostre battaglie spirituali, li combatte il Re dei Re col Suo esercito celeste.

 

Evangelici A.D.I. di Nichelino - Torino
Evangelici A.D.I. di Nichelino - Torino
Altri Siti consigliati dal Webmaster:
Fonte di Vita - Adozioni a Distanza - Centro Kades

Evangelici A.D.I. di Nichelino - Torino

Evangelici A.D.I. di Nichelino - Torino