Evangelici delle A.D.I. cioè Assemblee di Dio in Italia Chiesa Cristiana Evangelica A.D.I.
Via Giusti n.53 - Nichelino (Torino)

(Ente Morale di Culto D.P.R. 05/12/1959 n.1349 - Legge 22 Novembre 1988 n.517)
Cristiani Evangelici delle Assemblee di Dio in Italia  

Missione Cristiana Evangelica A.D.I. MONCALIERI

 
Evangelici - Brevi Riflessioni Bibliche Evangeliche - Messaggi evangelici per la tua anima!
Per ogni informazione, dubbi e curiosità sugli EVANGELICI scrivi al nostro indirizzo di Posta Elettronica
Ascolta Radio Evangelo - La Radio degli EVANGELICI delle A.D.I.';
Segui gli EVANGELICI anche attraverso la TV - Ecco i nostri programmi ed orari TELEVISIVI
Evangelici: Prendi l'importante decisione di leggere quotidianamente la Bibbia
Evangelici di NICHELINO che danno risposte Bibliche alle Domande Frequenti dei visitatori
Settore Editoriale: Risveglio Pentecostale e Cristiani Oggi - Organi d'informazione degli EVANGELICI delle A.D.I.
La Bacheca dei programmi EVANGELICI estivi del Centro Comunitario Evangelico Val D'Ulivi appartenenete alle Assemblee di Dio in Italia
Area Riservata agli EVANGELICI di Nichelino

| Chi Siamo | Dove Siamo | Cenni Storici | Attività | Testimonianze |

Evangelici A.D.I. di Nichelino - TorinoEvangelici A.D.I. di Nichelino - Torino

"UNA DONNA SENZA FORZA"
(Rif. Evangelo di Luca Capitolo 13 versi 10 a 13)

La donna del nostro testo, aveva un handicap fisico, era inferma. Il significato più appropriato per inferma è "senza forza". Dinanzi a noi, era una donna sofferente da molti anni. Una donna abbattuta, triste, amareggiata. Una persona depressa, demoralizzata a causa della sua infermità. Questo evento mette bene in evidenza alcune verità inconfondibili e degne di una profonda riflessione.

1). L’INCAPACITA’ UMANA DI RIALZARSI. Una povera donna, che da 18 anni andava in giro tutta curva, piegata, umiliata, degradata. Una donna che probabilmente veniva derisa, schernita, disprezzata, scartata a causa della sua umiliante condizione, aveva un handicap. Questa persona da 18 anni viveva in una condizione penosa, angosciante. Era assolutamente incapace ed impossibilitata di raddrizzarsi, di mettersi da sola in una posizione eretta. Quanti, purtroppo, a causa del peccato, a causa della sofferenza vanno in giro tutti curvi.

Il re Davide, a causa del peccato che aveva commesso, si ritrovò a vivere senza forza, nella sofferenza; a vivere con il rimorso e nella tristezza. Nel Salmo 38 dal verso 3 al verso 10 dice: «Non c’è nulla d’intatto nel mio corpo, non c’è requie per le mie ossa a causa del mio peccato. Le mie iniquità son come un grave carico, troppo pesante per me. Sono curvo e abbattuto, triste vado in giro tutto il giorno. Sono sfinito e depresso. Il mio cuore palpita, la mia forza mi lascia. In te spero o Signore, tu risponderai, Dio mio!» Per questa donna, del testo biblico in esame, non v’era, umanamente parlando, nessuna risorsa e possibilità. Era piegata, appesantita da questo male e non riusciva a tirarsi su!

2). LA TENEREZZA DI GESU’. Dice il verso 12 che Gesù l’ha vista. Egli ti vede e ti sta chiamando a sé. Ti vuole dare ciò che ti necessita. Ti vuole dare una vera dignità. Gesù vuole liberare dall’infermità, dai veri handicap. Egli Ti conosce; Ti vede; Ti libera veramente e splendidamente. Gesù continua a mostrare la Sua tenerezza, la Sua sensibilità in favore di chi si trova nelle difficoltà, nell’handicap, nell’infermità. Più avanti si legge che i religiosi di allora rimproverarono Gesù perché operò questo meraviglioso miracolo. In altre parole, di questa donna a nessuno importava nulla. Per quel capo della sinagoga poteva rimanere curva per tutta la vita. Ma Gesù rimproverò quei religiosi, rivelando anche la fonte di quel male, e liberò questa persona che era tenuta legata da Satana, (versi 14-17. )

3). LO SCOPO TREMENDO DI SATANA. Satana è potente ma Gesù è l’Onnipotente. Il maligno si era abbattuto su di lei. Questa donna era tenuta schiava, legata dal Diavolo, il principe di questo mondo. Ma Gesù la liberò dal peso schiacciante del male. Satana aveva preso possesso di lei e la faceva vivere storpia, handicappata, piegata. Il maligno viene per rubare, ma Gesù disse: " Il ladro non viene se non per rubare, ammazzare e distruggere; IO sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza (Giovanni capitolo 10 verso 10).

Il capo gli disse di operare un altro giorno, ma Gesù operò quel giorno. OggiAggiungi un appuntamento per oggi è il giorno! Ora è il tempo accettevole! OggiAggiungi un appuntamento per oggi se udite la Sua voce, non indurite i vostri cuori! Il Diavolo è incapace di fare il bene. Si traveste da angelo di luce, ti abbaglia, ti inganna e seduce i mortali. Egli vuole la distruzione dell’uomo. Vuole annientare la tua esistenza. Distruggere la tua famiglia. Ostacolare il tuo progresso spirituale. Nel Sacro Libro viene definito il distruttore. Lo scopo di Satana è tenere gli uomini nella schiavitù del peccato. Il peccato tiene lontani e separati da Dio. N.B. Gli uomini credono di non aver bisogno di Dio perché sono felici così come sono, pensano che necessita cercare Dio solo per avere tutto ciò che vogliono e vivere felici e contenti; ma il vero bisogno dell’uomo è il perdono. Il nostro bisogno ha un nome: Cristo Gesù l’Agnello di Dio. (Salmo 103:3,12) Egli perdona tutte le tue colpe, risana tutte le tue infermità. Come è lontano l’oriente dall’occidente, così ha egli allontanato da noi le nostre colpe. La vera felicità, il riposo, la pace deriva dal perdono. (Salmo 51:1-4): Il peccato è il grande problema dell’uomo. Davide reputa beato chi riceve il perdono divino. (Salmo 32:1-5): Beato l’uomo a cui la trasgressione è perdonata, e il cui peccato è coperto. Beato l’uomo a cui il Signore non imputa l’iniquità. Davanti a te ho ammesso il mio peccato, non ho taciuto la mia iniquità. Ho detto: confesserò le mie trasgressioni al Signore e tu hai perdonato l’iniquità del mio peccato. Gesù disse ad una donna, va in pace e non peccare più, (Marco 5:34) Dio non si stanca di perdonare, (Isaia 55:6,7). Lasci l’empio la via iniqua e si converta al Signore che avrà pietà di lui, al nostro Dio che non si stanca di perdonare.

4). L’ONNIPOTENZA DI GESU’. Se è vero che questa donna era incapace di raddrizzarsi da sola, e se è vero che il diavolo è potente da tenere schiavi gli uomini, è anche vero che Gesù è l’Onnipotente per rialzare gli uomini e sconfiggere le potenze del Diavolo. Dinanzi a noi abbiamo una donna inferma, tutta curva. Al verso 12 si legge che Gesù liberò questa donna: Tu sei liberata! Cristo si fece carico dei tuoi malanni. Non c’è malattia che non possa guarire. Gesù è capace di risolvere qualsiasi problema. Qualsiasi handicap Gesù lo può guarire. Tutto è possibile a chi crede. Credi e vedrai la gloria di Dio. Ciò che è impossibile all’uomo è possibile a Dio; non c’è nulla di troppo difficile per il Signore. Il Salmista afferma che il Signore risana tutte le tue infermità. È scritto: Egli guarisce chi ha il cuore spezzato e fascia le loro piaghe, (Salmo 147:3) Il Signore è l’eccelso, l’Alto, abita l’eternità, si chiama il Santo, ma è vicino a chi è oppresso e umile di spirito, per ravvivare lo spirito degli umili, per ravvivare lo spirito degli oppressi.

CONCLUSIONE: Se la donna non avesse incontrato Gesù, e se lei avesse sperato in sè stessa o in qualcuno, sarebbe morta in quella tremenda condizione: storta e malata. Ma Gesù andò in suo soccorso e operò una strabiliante liberazione, portando sollievo e lei e gloria a Dio. (Isaia 53:5): Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, stroncato a causa delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di LUI e mediante le SUE lividure noi siamo stati guariti.

 

Evangelici A.D.I. di Nichelino - Torino
Evangelici A.D.I. di Nichelino - Torino
Altri Siti consigliati dal Webmaster:
Fonte di Vita Group - Adozioni a Distanza - Centro Kades

Evangelici A.D.I. di Nichelino - Torino

Evangelici A.D.I. di Nichelino - Torino